Acqua San Bernardo Cantù-Segafredo Virtus Bologna: la sala stampa

Le parole di coach Brienza e di coach Sacripanti al termine del match.

Le dichiarazioni in sala stampa di coach Nicola Brienza e di coach Pino Sacripanti nel post-partita di Acqua San Bernardo Cantù-Segafredo Virtus Bologna.

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’
Coach Nicola Brienza: Sono estremamente contento. Abbiamo avuto un po’ di problemi nel primo tempo causa falli, molti dei quali stupidi, che ci hanno causato problemi con la gestione delle rotazioni. Sopratutto a causa dei falli prematuri di Carr e di un Blakes che ha fatto fatica ad ingranare ad inizio partita. Per fortuna, poi, siamo riusciti a tenere botta. Il secondo tempo è andato meglio. Siamo stati bravi fino a quando Punter non ha fatto uno show di altissimo livello. Siamo, però, stati bravi a tenere comunque botta. Quando lui ha iniziato ad abbassare le sue percentuali, siamo riusciti a recuperare, mantenendo un piccolo vantaggio portato fino alla fine. Sono contento di tutti i miei ragazzi. Questo è un altro passo in avanti per noi. Ora guardiamo con ottimismo e con attenzione alla partita contro Pesaro che può davvero essere la svolta della stagione».

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA
Coach Pino Sacripanti: “Per noi è un giorno difficile perchè è mancato il presidente Bucci. Per me è una grande perdita come lo è per il basket italiano. La partita è stata per noi una partita molto difficile giocata contro una squadra di grande energia, fisicità e atletismo come Cantù. Jefferson l’abbiamo limitato solo quando l’abbiamo raddoppiato sulla linea di fondo per il resto da solo valeva il prezzo di biglietto. Dispiace molto per la sconfitta perchè la squadra aveva lavorato tanto e ci credevamo. Cantù è stata brava a condurla ad un certo punto e noi a riprenderla poi dopo il pareggio qualche errore di troppo ci ha penalizzato. Punter ha fatto l’ultima rimessa perché non volevo subire il cambio sistematico: portando il centro a bloccare Taylor la difesa sarebbe stata costretta a non cambiare.
Complimenti a Cantù perchè ha un’identità tecnica, è ben allenata quindi complimenti a Nicola.
Ora dobbiamo resettare tutto perchè mercoledì ci passiamo il passaggio del turno in una partita molto importante”. 

Lascia un commento