Caso Virtus-FIP-BCL: tutti gli aggiornamenti

La Segafredo Virtus Bologna con una nota ufficiale fa chiarezza sulla sua posizione con FIBA e Basketball Champions League.

Continua la diatriba tra la Segafredo Virtus Bologna e la FIP.

Le V Nere per la prossima stagione vorrebbero giocare l’EuroCup e la wild-card inoltre sembrerebbe essere accettata e ufficializzata entro la fine di Giugno.
La scelta della Virtus Bologna di lasciare la Basketball Champions League nei giorni scorsi però ha fatto infuriare però il Presidente della FIP Gianni Petrucci (clicca qui per le dichiarazioni).

In mattinata però è arrivata una nota ufficiale del club bianco-nero:
Virtus Pallacanestro Bologna ritiene doveroso precisare di non aver sottoscritto – men che meno mesi fa – accordi con FIBA e/o BCL, per la concessione di wild card o inviti a partecipare alla prossima edizione della Champions League 2019/2020.

UPDATE 16:50

Nel pomeriggio invece arriva la risposta della FIP:
La FIP informa che domani, al termine del Consiglio Federale straordinario, sarà fornita dettagliata relazione-documentazione sull’adesione della società Virtus Bologna alla Basketball Champions League 2019-20.

UPDATE 14 GIUGNO 2019

La Virtus Bologna con un’altra nota ufficiale chiarisce la sua posizione:

Per gli ottimi rapporti da sempre in essere con FIP e FIBA, Virtus Pallacanestro Bologna ritiene importante precisare quanto segue.

La Società conferma, così come indicato da FIP, di aver inviato in data 27.5.19 il club admission form (vistato dalla FIP in data 28.5.19) per partecipare alla BCL 2019/20, come da diritto conseguito in forza della vittoria dell’ultima edizione della stessa. Si precisa di aver poi ritirato tale admission form in data 12.6.19, prima della scadenza del termine per la presentazione delle richieste di ammissione

E’ altrettanto vero che la società non ha sottoscritto contratti per la concessione di wild card per la prossima edizione della BCL.

Tale decisione, anche se sofferta, è dovuta soltanto a valutazioni in linea con la strategia aziendale e imprenditoriale della società, posto che l’esperienza di Virtus nella BCL dello scorso anno ha confermato l’importanza e il prestigio di tale competizione, che è e rimane di altissimo livello e ben organizzata.

Siamo spiacenti che tale comportamento abbia certamente arrecato disagio alla politica federale ed alla Federazione internazionale e confidiamo, con la presente nota, di aver chiarito ogni equivoco confermando la disponibilità e l’impegno a rimanere al fianco della FIP per collaborare in modo costruttivo e sereno al miglioramento di tutto il sistema cestistico italiano.

Virtus Pallacanestro Bologna

UPDATE 14 GIIGNO 16:16

Arriva il comunicato FIP dopo il Consiglio Federale straordinario:
La Federazione Italiana Pallacanestro ha preso atto della nota stampa diramata in data odierna dalla Virtus Bologna con la quale la Società ha riconosciuto di aver formalizzato lo scorso 27 maggio la propria iscrizione alla Basketball Champions League 2019/2020.

Si ribadisce che la FIBA e la FIP non vietano alle Società di partecipare a competizioni europee di altre organizzazioni, ma si fa notare come la rinuncia della Virtus, comunicata mercoledì scorso 12 giugno, abbia comportato un grande disagio per il nostro movimento nei contesti internazionali.

Il Consiglio Federale, dopo aver analizzato e valutato tale situazione e più in generale la partecipazione dei club italiani alle coppe internazionali, si vede costretto a riconsiderare la propria originaria decisione di candidare l’Italia ad ospitare uno dei quattro gironi di qualificazione del Campionato Europeo 2021 demandando al Presidente federale la decisione finale dopo aver ascoltato le relazioni del Segretario Generale, attualmente componente sia del Board di Fiba Europe sia del Board di Basketball Champions League.

Lascia un commento