Frank Gaines: “Sapevo che il tiro sarebbe tornato”

Frank Gaines contro il Maccabi Rishon LeZion ha ritrovato confidenza con la retina. La guardia confessa “Djordjevic e i compagni mi hanno trasmesso tranquillità”

Foto: GIulia Pesino

Frank Gaines è stato il top scorer del match tra Segafredo Virtus Bologna e Maccabi Rishon LeZion. La guardia nativa di Lauderdale ha messo referto 21 punti contro gli israeliani tirando con il 42.1% dal campo (4/9 da 2 e 4/10 da 3). 

Un inizio di stagione difficile al tiro per Gaines fino alla gara di EuroCup contro il Maccabi Rishon LeZion. L’ex Cantù infatti in Serie A viaggia con 35.3% dal campo ma soprattutto con il 18.8% dalla lunga distanza (3/16).

Queste le parole di Gaines rilasciate a Stadio:
“I compagni e lo staff mi hanno trasmesso positività, mi hanno ricordato la ragione per cui sono qui e che non c’era motivo farsi prendere dal panico. Il tiro sarebbe tornato, e lo sapevo, anche se per me la cosa importante era continuare ad aiutare la squadra in qualsiasi modo possibile.

“Il coach mi ha detto di stare tranquillo, lo stesso Teodosic mi ha rassicurato sul fatto che i miei punti sarebbero serviti alla squadra e ci avrebbero dato una mano. Così ho cercato di mantenere la mente aperta, di stare concentrato su quello che dovevo fare e ho lasciato che la partita venisse a me. Gran parte del merito va data ai miei compagni”.

“Siamo una grande squadra, sicuramente la migliore nella quale abbia mai giocato. La cosa “preoccupante” è che possiamo ancora migliorare tanto, allora a quel punto saremo molto difficili da battere”.

Lascia un commento