Pre-Season | Torneo di Jesolo: vince la Virtus Bologna, Trento si arrende 86-84 dopo un’overtime

Per il secondo anno consecutivo la Segafredo Virtus Bologna trionfa al torneo di Jesolo. Le V Nere battono in finale la Dolomiti Energia Trentino per 86-84 dopo un supplementare.

Foto: Segafredo Virtus Bologna

La Segafredo Virtus Bologna per il secondo anno consecutivo si aggiudica il torneo “Città di Jesolo”.

Le V Nere vincono la 7° edizione del torneo battendo in finale la Dolomiti Energia Trentino per 86-84 ma come nella semifinale di ieri contro la De’ Longhi Treviso serve un’overtime alla compagine emiliana per avere la meglio sulla proprio avversaria che ha chiuso i primi 3 quarti avanti nel punteggio.
Vince quindi la Virtus Bologna, Markovic eletto MVP.

Cronaca da EdSport:
Non tradisce le aspettative la finalissima. Parte forte la Virtus che approfitta dei pick’n’pop tra Markovic e Ricci e della potenza in post basso di Gamble per guidare inizialmente le operazioni (13-10). Trento però assorbe facilmente l’infortunio alla caviglia del giovane Ladurner, partito in quintetto, e con i giochi a due tra Craft e Knox ed un Blackmon in grande spolvero mette la freccia per il sorpasso (23-31). Coach Bjedov concede minuti e fiducia al giovane Pajola, concedendogli di giocare ed accumulare esperienza anche sbagliando. L’Aquila però è più cinica ed approfitta di ogni occasione utile per colpire il canestro felsineo mentre sul fronte opposto alle difficoltà di Gaines e Hunter si registrano i progressi di Baldi Rossi, non sufficienti ad impattare il risultato alla pausa ma utili a mantenere la Vu Nera in vista dei tridentini.
Un moto d’orgoglio delle Vu Nere consente in apertura di ripresa di riprendere il filo del discorso e di portarsi temporaneamente a -1 (45-46) ma è un fuoco di paglia. Knox è una sentenza dai sei metri e punisce ogni ritardo di Gamble, persino Mezzanotte si permette di irridere le disattenzoni dei felsinei ed in pochi istanti la Dolomiti Energia è nuovamente a +8 (48-56). La reazione di carattere passa invece per Frank Gaines che sfruttando una maggiore velocità nei confronti di Blackmon ed utilizzando al meglio i recuperi in transizione porta la Virtus sino al -2 (61-59). Il quarto periodo vede una Bologna arrembante che, minuto dopo minuto, rosicchia gli ultimi vantaggi tridentini mettendo per la prima volta il naso avanti dopo lungo tempo con una bomba di Baldi Rossi (76-75). Gli ultimi minuti dei regolamentari sono emozionanti, Bologna è avanti di due lunghezze ma a fil di sirena Trento pareggia. Nel supplementare Markovic, monumentale, continua ad orchestrare la manovra imbeccando Hunter fino al vantaggio decisivo. A 2 secondi dal gong Kelly ha due liberi per pareggiare il conto: sbaglia il primo e, costretto a fallire il secondo, non riesce a far sì che la sfera finisca nelle mani dei suoi compagni. E’ trionfo Virtus con un Stefan Markovic da 11 assist e +18 di plus/minus eletto giustamente MVP della manifestazione. Appuntamento all’anno prossimo a Jesolo!

Parziali: 21-24; 39-35; 62-59; 80-80; 84-86

Tabellini:
Virtus Bologna: Markovic 2 (1/2, 0/4), Cournooh 10 (3/3, 1/1), Weems 14 (3/5, 2/5), Ricci 8 (1/2, 2/6), Gamble 13 (4/5 da 2); Gaines 21 (7/9, 1/6), Pajola 2 (1/2 da 2), Baldi Rossi 10 (2/3, 2/3), Nikolic, Hunter 6 (3/7 da 2). Ne: Deri, Peterson. All.: Bjedov

Dolomiti Energia Trentino: Craft 8 (3/5, 0/2), Blackmon 23 (4/5, 4/10), King 11 (0/2, 3/11), Kelly 10 (3/9, 1/3), Ladurner 2 (1/2 da 2); Forray 0 (0/2 da 3), Knox 20 (6/8, 1/1), Mezzanotte 7 (2/2, 1/1), Bolpin 3 (1/1 da 3), Lechthaler 0 (0/2 da 2). Ne: Picarelli, Voltolini. All.: Brienza

Lascia un commento