Segafredo Virtus Bologna-Virtus Roma: la sala stampa

Le dichiarazioni in sala stampa di coach Sasha Djordjevic e di coach Piero Bucchi nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Virtus Roma.

Le dichiarazioni in sala stampa di coach Sasha Djordjevic e di coach Piero Bucchi nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Virtus Roma.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA
Coach Sasha Djordjevic:La vittoria è sempre importante. L’inizio è stato un po’ lento, dovuto al lavoro svolto e anche alla tensione che si vedeva, credetemi, so di cosa sto parlando. Durante la partita la tensione si è sciolta, e abbiamo iniziato a giocare come vogliamo. Grande rispetto per la Virtus Roma, che ha creduto di vincere fino in fondo e ci ha messo in difficoltà nell’ultimo quarto. Noi superato il +20 abbiamo iniziato con gli highlights, che non piacciono a noi allenatori. Dovevamo fare le cose semplici, e ci sarebbe stato un finale differente”.

“La difesa è stata solida, un punto di forza. In attacco dobbiamo migliorare alcune cose, cercare extra pass o altre collaborazioni che non siano solo tra il playmaker e il lungo. Ora dobbiamo recuperare le energie per Pistoia, domani giorno libero e da venerdì ricominciamo”.

“Tiri liberi: abbiamo tirato male, anche chi di solito li mette come Weems, invece su Gamble dobbiamo lavorare. Bene Hunter e Gaines dalla panchina. Markovic doveva finire la partita come l’ha giocata nel resto del tempo, ma quando finisce la benzina finisce anche l’ossigeno nel cervello”.

“I giocatori sono apparsi spaesati su alcune fischiate? E’ la prima partita anche per gli arbitri, comunque avere una squadra disciplinata è il sogno di ogni allenatore, e ogni giocatore sa che deve restare nella disciplina, anche con gli arbitri. Poi parla uno che non sta mai zitto, ma è giusto che gli allenatori mettano in difficoltà gli arbitri parlando”.

VIRTUS ROMA
Coach Piero Bucchi:Partita che non era facile viste le assenze di play e pivot titolari, soprattutto per una squadra che non ha un roster lungo; ma credo che i ragazzi abbiano fatto una partita gagliarda, molto utile per far capire ai nostri esordienti che in Serie A ci possono stare e che possono essere competitivi anche individualmente, non solo come squadra. La squadra è partita bene, è andata sotto ma ha avuto la forza di rientrare senza mollare e tutto sommato la prestazione è stata positiva. Avevamo contro una delle pretendenti al titolo quindi l’esordio era difficile, ma possiamo ripartire dalle cose positive viste questa sera. Alla fine eravamo un po’ stanchi per le rotazioni corte; sul non mollare nelle difficoltà dobbiamo costruire la nostra stagione, la permanenza in Serie A passa attraverso la voglia di sacrificarsi vista stasera”

Fonte dichiarazioni: bolognabasket.org & virturoma.it

Lascia un commento