Final Eight di Coppa Italia, quarti di finale: Segafredo Virtus Bologna-Umana Reyer Venezia: 82-89

Virtus Segafredo Bologna vs Umana Reyer Venezia: 82 – 89
(Q1 16 – 23; Q2 38 – 41; Q3 61 – 65)

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 2; Deri NE; Belinelli NE; Alibegovic; Markovic 10; Ricci 11; Adams 9; Hunter 14; Weems 14; Teodosic 15; Gamble 5; Abass 2.
Coach: Djordjevic

Umana Reyer Venezia: Casarin NE; Stone; Bramos 23; Tonut; 22; Daye 9; De Nicolao 10; Campogrande NE; Clark 8; Chappell; Mazzola 5; Cerella NE; Watt 12.
Coach: De Raffaele

Arbitri: Sahin, ­Lo Guzzo, Giovannetti.

 

La partita.

Inizia il cammino della Segafredo nella Coppa Italia. Final Eight che pone i bianconeri contro la Umana Reyer Venezia. Stesso avversario, stessa tipologia di partita un anno dopo. Markovic, Teodosic, Weems, Ricci e Gamble è il quintetto schierato da Coach Djordjevic al Mediolanum Forum di Assago. Venezia parte forte, si porta sul 2 a 7 dopo 2′ dalla palla a due, Markovic e Teodosic provano a far male dal perimetro, Weems sfrutta l’assist del numero 44 bianconero e schiaccia a canestro. ma Watt prima con i liberi e poi con il tap-in vincente porta a + 7 il vantaggio della squadra veneta. Dopo 5′ di gioco il parziale è di 4 a 11 per l’Umana. Markovic finta il passaggio in area ed appoggia al tabellone, Tonut risponde facendo 2/2 ai liberi e poi segnando in penetrazione partendo dall’angolo sinistro. Sul +9 per Venezia la panchina bianconera chiama il primo time out della gara. Canestro da due punti di Hunter, Teodosic mette la prima tripla di serata ed è ancora il lungo bianconero a fare 2/2 dalla lunetta. Virtus che si porta sul -4 e Coach De Raffaele chiama il time out. 13 a 17 a meno di 3′ dalla prima sirena. De Nicolao segna da due punti, 1/2 di Teodosic dalla lunetta, penetrazione e canestro di Chappel e due punti per Adams. Il botta e risposta tra le due squadra porta il parziale sul 16 a 23 alla prima sirena. Tripla di Clark, due punti per Markovic, secondo quarto che parte in maniera brillante per entrambe le squadre. Canestro di Weems che vale il -5 per la Segafredo. Venezia reagisce con Daye e ancora Clark che riportano a – 9 le V Nere a 7′ dall’intervallo lungo. Tripla di Markovic, a cui risponde Bramos con un altra tripla, 23 a 32 Venezia. 2/2 di Adams, 1/2 di Gamble ed appoggio vincente di Weems al tabellone, il break bianconero avvicina la Segafredo a Venezia. Tonut risponde a modo, arresto tiro e tripla del +7 a meno di 5′ dalla fine del primo tempo. Salgono in cattedra Weems ed Hunter, che trovano canestri e punti per il – 3 bianconero. Tonut segna e la panchina biancanora chiama il time out sul punteggio di  32 a 37 a 2′ e 41” dalla fine. Daye risponde al canestro da due punti di Hunter. Tap -in vincente di Abass sotto le plance per il -3, ma De Nicolao costringe le V Nere a rincorrere nuovamente. La Virtus accorcia le distanze sul filo della sirena, squadre che rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 38 a 41.

Tripla di Bramos a cui fa seguito la tripla di Ricci, secondo tempo che inizia in maniera spumeggiante. Canestro da due per Tonut, due punti anche per Bramos. Gamble lotta sotto le plance e schiaccia a canestro, ma Tonut prima trova la bomba e poi fa 2/2 ai liberi, +10 Venezia. Gamble scarica per Markovic che trova il tiro dall’arco, Bramos risponde allo stesso modo, 46 a 56 Reyer a 6′ dalla fine del terzo quarto. Fallo tecnico per simulazione fischiato a Tonut, Teodosic segna il libero. Tripla di Adams dall’ angolo per il -6, ma Clark trova la bomba che mantiene invariato lo svantaggio. Altri due punti per Adams, punteggio di 52 a 59 Venezia. Hunter difende alla grande, la Virtus riparte in transizione e con Weems colpisce, tripla del -4 e time out chiamato dalla formazione veneta a 4′ dalla terza sirena. 2/2 di Hunter dalla lunetta, la Segafredo ora è a soli due punti dai suoi avversari. Mazzola trova il canestro in reverse, Clark penetra in area e viene fermato irregolarmente da Adams, 1/2 ai liberi. Ultimo minuto del terzo quarto che vede Teodosic penetrare con rabbia in are ed appoggiare la palla in rete, -3 Virtus; grande giocata di Abass che imbecca il canestro di Hunter, ma proprio allo scadere, Daye riceve il pallone e scarica la tripla del +4. Sirena e squadre che si apprestano ad iniziare l’ultimo atto di gara sul punteggio di 61 a 65 per Venezia. Inizia l’ultimo quarto, Bramos segna, la Virtus fatica a concretizzare i suoi giochi in attacco e Coach Djordjevic chiama immediatamente il time out. Ancora tre punti per Bramos, canestro da due per Tonut ma Teodosic risponde con la tripla. Tripla per Mazzola, ma ancora una volta Teodosic trova un canestro impossibile per il – 9. 66 a 75 a 6′ e 24” dalla fine di questa secondo quarto di finale. La Reyer prende il largo ora, Ricci prova a fermare l’impeto degli attacchi avversari, ma Watt salta più in alto di tutti e schiaccia a canestro. Penetrazione del capitano bianconero, che però viene fermato con le cattive, dalla lunetta fa 2/2 per il -10. Fallo tecnico a Markovic per proteste, ma il bonus non va a segno. A 3′ De Nicolao mette la bomba, ancora una volta Ricci risponde allo stesso modo. Weems riceve dall’angolo e mette il tiro da tre punti che riporta le V Nere a -8 dai propri avversari. Ancora 2′ e 22” da giocare. Partita che ancora non è finita, Teodosic mette la tripla del -5 a 90” dalla fine. Il rimbalzo vincente di Bramos porta a +7 Venezia. Tessitori segna, mancano una manciata di secondi alla fine della gara. La partita termina 82 a 89, la Virtus esce sconfitta dalla Coppa Italia.