Segafredo Virtus Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia: la sala stampa

Le dichiarazioni di coach Pino Sacripanti e di coach Devis Cagnardi nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia

Le dichiarazioni di coach Pino Sacripanti e di coach Devis Cagnardi nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia (recap).

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA
Coach Pino Sacripanti:
“Sono contento della vittoria perchè secondo me questo gruppo ha raccolto di meno di quello che ha espresso tutti i giorni in allenamento. A volte siamo morbidi ma nessuno si tira mai indietro.

Oggi una vittoria molto importante anche perchè avevamo le rotazioni ridotte e i ragazzi sono stati bravi a capire la partita e come andasse affrontata. L’emozione di giocare qui a Natale con oltre 7000 persone è stata una cosa bellissima, e sono fortunato di averlo potuto viverla. I tifosi in tutto il palazzo ci hanno sospinto per tutta la partita.

Dopo Brindisi siamo venuti qui ad allenarci all’Unipol e dopo ho portato i ragazzi a vedere il museo della Virtus per far capire la storia, il prestigio e cosa significa giocare e vincere qui”.


GRISSIN BON REGGIO EMILIA
Coach Devis Cagnardi:
Il talento di Punter sicuramente nel finale ha fatto la differenza per la Virtus. Dobbiamo ancora lavorare molto sull’aggressività, abbiamo regalato troppo e anche se siamo stati bravi a restare a contatto vincere fuori casa con un dato come 14 palle perse era davvero difficile.

Veniamo comunque via con qualcosa di buono da cui ripartire, ma dobbiamo spingere al massimo la nostra mentalità se vogliamo tornare alla vittoria. Allen con Trieste aveva fatto un’ora e mezza coi compagni: stasera ci aspettavamo già un minimo di feeling in più sapendo la sua esperienza, e ci ha dato una bella mano con belle giocate soprattutto nel primo tempo. Noi non ci eravamo preparati nello specifico sui singoli della Virtus visto il poco tempo e la Virtus gioca sempre con diverse alternative che non era sempre facile gestire, specialmente in serate come questa, quando un giocatore importante per noi come Cervi fa molta fatica a entrare in partita.

Dobbiamo limitare i break negativi, ma questa, come spesso avviene nel basket è stata una partita a strappi, il nostro obiettivo deve essere prima di tutto quello di limitare i punti che subiamo in queste situazioni”.

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds