Supercoppa Italiana | Pagelle: Lavoropiù Fortitudo Bologna-Segafredo Virtus Bologna

Le pagelle ai giocatori della Segafredo Virtus Bologna a cura di “Vu Nere Bologna”.

Amedeo Tessitori 5-: Djordjevic lo premia per il lavoro settimanale e lo lancia in quintetto ma non ottiene il risultato sperato.

Lorenzo Deri: non entrato

Awudu Abass 5: 3 punti, 3 rimbalzi e 3 palle perse in 20 minuti per l’ala azzurra meno incisiva rispetto le prime due uscite e anche meno in palla.

Alessandro Pajola 7: Dal terzo quarto difende forte e attacca senza paura prendendo in mano la squadra. Tutto ad alta intensità, che grinta ragazzo! 7 punti, 6 rimbalzi, 2 assist, 2  recuperate, 13 di valutazione ma soprattutto +24 di plus-minus (più alto di squadra)

Amar Alibegovic 7-: Vuole fare bene nel suo primo derby per dare anche un piccolo dispiacere a papà Teo e ci riesce. Prova solida da 12 punti, 5 rimbalzi, 2 stoppate e 2 assist “macchiata” solo dalle 4 palle perse e dai falli in attacco.

Stefan Markovic 5: partita un po’ “superficiale” quella giocata dall’esterno serbo probabilmente a causa delle gambe un po’ pesanti e che hanno influito di conseguenza sulla testa. Porta a casa comunque 7 punti, 8 rimbalzi e 2 assist.

Giampaolo Ricci 5,5: Primo tempo difficile per Pippo che però si rifà con i giusti interessi nel secondo tempo. 9 punti, 6 rimbalzi, 2 stoppate e 1 assist il suo bottino.

Josh Adams 5-: Probabilmente condizionato dalle prime due uscite prova a svolgere il proprio compito senza prendersi troppe responsabilità. Segna la tripla del +14 alla sua prima conclusione ma anche oggi la valutazione è pari a 0. 

Vince Hunter 6-: Djordjevic cerca di preservare l’utilizzo del lungo in questo prime gare ma quando la partita si mette male non può fare a meno di lui per provare a cambiare l’inerzia con il suo atletismo e energia. 8 punti e 4 rimbalzi in 12 minuti per il numero 32.

Kyle Weems 5: beh, non gioca sicuramente il derby dello scorso Natale e Aradori nel primo tempo prova a sbeffeggiarlo. Come tutta la squadra cambia atteggiamento nel secondo tempo per fortuna. 7 punti, 4 rimbalzi, 2 assist, 1 stoppata e 2 recuperate per l’ala.

Milos Teodosic 6,5: appena entra sul parquet alza il ritmo della Virtus e pronti e via segna due canestri da vero fenomeno. Il primo a spingere nella rimonta nel primo tempo nonostante le 5 palle perse e il 2/7 da 3. Con il play serbo in squadra è comunque è tutta un’altra squadra e storia: 12 punti, 5 rimbalzi, 6 assist, 14 di valutazione e +18 di plus-minus. 

Julian Gamble 7+: Sicuramente si farò fatto pochi amici all’Unipol Arena. Il pivot chiude in doppia-doppia (15 punti+10 rimbalzi) a cui aggiunge anche 3 stoppate. Con la sua grinta carica la squadra ma soprattutto permette alla Virtus di ribaltare le sorti del match. Domina il pitturato e vince nettamente il duello con Happ.