Virtus Bologna, lo sfogo dell’AD Baraldi dopo le restrizioni governative

L’AD della Segafredo Virtus Bologna Luca Baraldi dice la sua dopo la riduzione dell’affluenza nei palasport imposta dal governo per contenere la diffusione del covid-19.

L’AD della Segafredo Virtus Bologna Luca Baraldi dice la sua dopo la riduzione dell’affluenza nei palasport imposta dal governo per contenere la diffusione del covid-19.

“Credo sia una decisione che ci differenzia in negativo rispetto ad altre avallate finora. Se si può andare in autobus col green pass rafforzato non vedo perché non si possa andare al palasport. Mi pare di leggere un grave errore di valutazione rispetto ai valori dello sport”.

“Siamo d’accordissimo sui green pass rafforzati, però questo provvedimento mi fa riflettere sull’utilità dei vaccini. Ci siamo tutti giustamente vaccinati per avere una vita più libera e adesso il problema sono gli stadi e i palasport. Perché autobus e ristoranti non hanno capienze al 35%? Vedo un trattamento diverso nei confronti dello sport. Le istituzioni sportive dovrebbero prendere una posizione chiara e farsi sentire perché il basket sta morendo, lo stanno ammazzando”.

Segafredo Virtus Bologna: il bilancio del 2021



“Noi non possiamo più vendere biglietti, per fortuna i 3.500 abbonati corrispondono al 35% della capienza e potranno entrare tutti. Però sono chiusi anche tutti i punti food and beverages: perché è diverso bere una birra all’interno di un’arena sportiva rispetto a un bar? Mi devono spiegare questa scelta contro lo sport, evidentemente chi ci governa non ha mai messo una tuta. Va contro tutti i principi sportivi e, ripeto, anche contro le giuste motivazioni della vaccinazione”.

“Il rinvio? Non saremmo stati al top della forma, noi come tante altre squadre: quella del rinvio è una scelta che trovo giusta. Dovrebbe essere organizzata un’assemblea per confrontarsi fra tutte le società e capire se abbia senso continuare a giocare o meno a queste condizioni. Non credo che tutte le società di A riescano ad assicurare il posto a tutti gli abbonati. Noi vorremmo continuare a giocare, ma bisogna chiedersi tutti insieme se così abbia senso”.

“Quest’anno non ci sono eventi come le Olimpiadi, si potrebbe finire più avanti in estate. Però si dovrebbero fermare anche le coppe, non avrebbe senso giocare in coppa e non in campionato, quindi credo sia impossibile”

Lega Basket, Covid-19: rinviate tutte le gare della 14ª giornata

Fonte: Stadio e Corriere di Bologna

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds