La Virtus Bologna cade a Sassari: la Dinamo vince per 91-77 e riapre la lotta al 1° posto

Le doppie-doppie di Teodosic e Baldi Rossi non bastano alla Virtus Bologna: il Banco di Sardegna Sassari vince 91-77 e mette nel mirino il 1° posto.

14° GIORNATA SERIE A
BANCO DI SARDEGNA SASSARI-SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA: 91-77

Seconda sconfitta per la Segafredo Virtus Bologna e secondo k.o. consecutivo in trasferta per le V Nere dopo Cremona. La compagine di coach Sasha Djordjevic cade al PalaSerradimigni con il punteggio di 91-77 in una partita che non ha mai riuscita a condurre ma solo a pareggiare in una sola occasione (43-43). Il Banco di Sardegna Sassari infatti parte subito a razzo e conduce per tutti i 40 minuti toccando anche il +16 poco prima del 30°. Con questa vittoria la squadra di coach Pozzecco, trascinata da Evans e Pierre su tutti, riapre la lotta al primo posto infatti ora i sardi sono solo a -2 dalla Virtus capolista.
Ai bianco-neri, senza Hunter e con Gaines, Ricci e Gamble troppo presto fuori dai giochi, non bastano le doppie-doppie di Teodosic (22p+10a) e Baldi Rossi (12p+10r).

Cronaca:
Parte fortissimo il Banco di Sardegna Sassari che produce subito un parziale di 10-0 che costringe coach Sasha Djordjevic a chiamare subito timeout. Entra Teodosic e la Virtus inizia a mettersi in moto (18-15), Vitali colpisce dai 6,75 (22-15) e primo quarto che si chiude con il canestro del talento serbo: 22-17 al 10°.
I padroni di casa partono forte anche nel secondo quarto, Jerrells piazza la tripla del 30-21 al 12° e nuovo timeout Virtus. Teodosic continua a dare linfa all’attacco delle V Nere, ottimo l’approccio di Baldi Rossi ma poco preciso al tiro(Ricci a quota 3 falli), Gamble fa -3 (36-33) ma Gentile segna la bomba del 39-33 al 16° e poi con il jumper il +9 (43-34). All’intevallo saranno però ancora 5 le lunghezze di vantaggio della Dinamo sui viaggianti: 43-38 al 20°.

Gamble inaugura la terza frazione, Baldi Rossi pareggia i conti (43-43, 21°) ma Evans riporta avanti Sassari: 52-45 e +7 al 24°. La stessa ala dei bianco-blu inchioda la schiacciata del nuovo +9 (56-47) mentre Vitali dai 6,75 aggiorna il massimo vantaggio Sassari: 61-48 e +14 al 26°. Prima del suono della terza sirena c’è il tempo per la tripla di Jerrells (70-54, +16) e quella di Weems allo scadere: al 30° il tabellone recita 70-57.
Si segna poco ad inizio ultimo quarto, la Virtus tocca il -10 ma perde Gamble per falli commessi mentre Pajola non ha paura e fa -9 al 34° (76-67). Cournooh riaccende la Virtus (76-72), Spissu spegne gli entusiasmi (79-72) mentre Pierre fa esplodere il PalaSerradimigni con la schiacciata dell’85-72 a 145 secondi dal termine. La Virtus non riesce nella rimonta e cade con il punteggio di 91-77.

Parziali: 22-17; 43-38 (21-21);  70-57 (27-19);  91-77 (21-20).

Tabellino:
Banco di Sardegna Sassari: Evans 17p+9r+3a, Pierre 18p+3r, Gentile 7p+2r, Spissu 8p+4r+5a, McLean 11p+5r, Vitali 8p+3r, Jerrells 10p+4r+3a, Bilan 12p+6a.

Segafredo Virtus Bologna: Markovic 5p+3r+2a, Cournooh 5p, Baldi Rossi 12p+10r, Pajola 3p+2r, Delia 7p+3r, Ricci 3r, Teodosic 22p+1r+10a, Weems 11p+6r+2a, Gaines 3p+3r, Gamble 9p+2r.

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds