Segafredo Virtus Bologna-Happy Casa Brindisi: la sala stampa

Le parole in sala stampa di coach Sasha Djordjevic e di coach Frank Vitucci nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Happy Casa Brindisi.

Le parole in sala stampa di coach Sasha Djordjevic e di coach Frank Vitucci nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Happy Casa Brindisi.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA
Coach Sasha Djordjevic: “Congratulazioni a Brindisi, non dico che era come sparare sulla croce rossa ma quasi. Non ho visto il carattere nei miei giocatori, di competere fino alla fine e di fare quello per cui ci alleniamo. Mi dispiace per la sconfitta e per i cori ma ce li siamo meritati, soprattutto io. Mi prendo io tutto questo perchè voglio sia così”.

“Per la prima volta in carriera ho vissuto una settimana piena di qualsiasi altra cosa e meno pallacanestro per varie ragioni. In questo momento siamo quello che siamo. Ho tradotto i cori in inglese ai miei giocatori perchè è giusto così e spesso si fa finta di non capire. Nei momenti difficili oggi bisognava continuare e non cambiare faccia su ogni errore. Questa squadra se sbaglia 2/3 errori in attacco lo fa sentire anche in difesa. Nel Primo quarto non siamo stati bravi a convertire le palle perse da Brindisi in punti facili e questo è pesato. In questo momento abbiamo un crampo nell’anima”. 

“Ora bisogna lavorare a livello tattico e mentale. Dobbiamo scioglierci perchè vedo i miei giocatori molto tesi. La pallacanestro è gioia e nei miei giocatori non vedo delle facce serene. Ora dobbiamo finire nel miglior modo il campionato e rispettare anche le finali di coppa perchè ce la siamo e se la sono meritati. Bisogna pensare che dobbiamo restare qui altri due mesi ed è un punto di domanda che mi sto ponendo anche io tra me e me”

HAPPY CASA BRINDISI
Coach Frank Vitucci: “Sono ovviamente molto soddisfatto per la prova dei miei in una partita molto difficile, facendo un passo in avanti a livello di performance nell’arco dei 40 minuti. E’ stata una partita molto fisica, da playoff o coppa, e a parte i 7 palloni persi nel primo quarto abbiamo dimostrato solidità e consistenza mentale. Tenere la Virtus a 61 punti è sintomo di una prova difensiva importante in cui abbiamo dimostrato una grande voglia di giocare assieme ogni pallone coralmente. Eseguito il piano partita perfettamente. Grazie ai tantissimi tifosi che ci hanno seguito anche a Bologna con grande passione. C’è un feedback importante con i giocatori e la squadra lo sente particolarmente“.

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds