Final Eight: la Virtus Bologna si arrende in semifinale. La Vanoli Cremona vince 102-91.

Le Final Eight di Coppa Italia della Virtus Bologna si interrompono in semifinale: la Vanoli Cremona si impone per 102-91 contro le V Nere.

La Vanoli Cremona conquista la prima finale di Coppa Italia della sua storia vincendo per 102-91 contro la Segafredo Virtus Bologna.

Partita sempre in controllo della compagine di coach Meo Sacchetti che parte a razzo guidata da Travis Diener (26 punti) e che nel secondo quarto con un parziale di 38-24 danno lo strappo decisivo alla gara. Le V Nere vanno sotto di 16 punti ma anche mentalmente anche se nel terzo quarto riescono a trovare il -6 (66-60). Nell’ultima frazione la Vanoli continua a punire da fuori l’arco e si aggiudica la semifinale.

Si ferma quindi in semifinale la corsa della Virtus Bologna che cade per la terza volta in stagione contro la Vanoli Cremona, vera e propria bestia nera per le V Nere.

Cronaca:
Al Mandela Forum di Firenze si gioca la prima semifinale delle Final Eight tra Vanoli Cremona e Segafredo Virtus Bologna. I lombardi arrivano dal successo sull’Openjobmetis Varese (82-73) mentre le V Nere da quello sull’A|X Armani Exchange Milano (84-86).

1° Quarto – La partita la sblocca Mathiang che cattura il rimbalzo offensivo e appoggia i primi 2 punti della gara. Cournooh e 4 punti di M’Baye regalano il primo vantaggio alle V Nere al 2° (4-6). La Vanoli produce un parziale di 10-0 e vola sul 17-9 al 5°. I bianco-neri perdono Taylor per 2 falli ma effettuano il sorpasso con la schiacciata di Kravic (18-20) anche se al 10° Cremona conduce per 21-20.
2° Quarto – La tripla di Aradori inaugura la seconda frazione e il parziale di 6-0 della Virtus (21-26) che viene interrotto dal 2/2 a cronometro fermo di Crawford (23-26). Ancora Aradori da fuori l’arco punisce la difesa della Vanoli e regala il massimo vantaggio alle V Nere al 12° (23-29, +6) ma Crawford tiene viva Cremona: 38-33 al 15°. Punter fa 38-38 in contropiede però Mathiang inizia a fare la voce grossa: 50-40 al 17°. Diener è on fire da 3 e la Vanoli trova prima il +14 (56-42) e poi il +16 (59-43). All’intervallo il punteggio recita 59-44.

3° Quarto – Al ritorno sul parquet Mathiang si conquista il viaggio in lunetta (1/2, 60-44) ed entrambi le compagini faticano a trovare la retina nei primi 5 minuti del terzo quarto (66-52). Punter, Taylor e Aradori provano a guidare la reazione di Bologna (66-60), Saunders riporta a +9 la Vanoli mentre la bomba di Punter vale il 69-65 al 29°. Al suono della terza sirena Cremona conduce per 75-68.
4° Quarto – Aldridge e Ruzzier fanno +12 (80-68), Mathiang il +14 (84-70), Bologna mette intensità ma la Vanoli colpisce ancora da fuori l’arco con Crawoford: 90-75 al 35°. Diener prende per mano Cremona, due triple firmate Punter e Taylor riaccendono le speranze in casa Virtus al 37° (92-83). Dopo il timeout di Sacchetti Punter deposita in contropiede il 92-85 ma fallisce due triple che avrebbero alimentato la rimonta dei bianco-neri che si arrendono per 102-91.

Parziali: 21-20; 59-44 (38-24); 75-68 (16-24); 102-91 (27-23).

Tabellini:
Vanoli Cremona: 26 Diener, 19+10 Mathiangm 19+7+3 Crawford, 15+5+5 Saunders, 9+3+3 Aldridge, 6 Ruzzier, 2 Stojanovic.
Virtus Bologna: 26+6+3 Aradori, 19+3 Punter, 14+4+2 Taylor, 10+5 Kravic, 9+7 M’Baye, 4+5 Moreira, 4+3 Martin.

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds