Punter non basta: la Virtus Bologna cade a Sassari

Pesante k.o. contro il Banco di Sardegna Sassari per la Segafredo Virtus Bologan che compromette la corsa playoff. Al PalaSerradimigni finisce 90-72.

24° Giornata Serie A Poste Mobile
Banco di Sardegna Sassari-Segafredo Virtus Bologna: 90-72

La Segafredo Virtus Bologna cade malamente al PalaSerradimigni complicando nuovamente la corsa playoff. Il Banco di Sardegna Sassari vince lo scontro diretto (2-0 in stagione) con il risultato di uscendo sconfitta con il risultato di 90-72 superando così le V Nere in classifica che escono così dalla griglia della post-season. Dopo un primo tempo equilibrato (38-38 all’intervallo), i padroni di casa trascinati da Polonara (19+8) e dal dominio sotto le plance di Cooley (22+13) trova lo strappo decisivo tra il terzo quarto e l’ultimo quarto raggiungendo anche le 21 lunghezze di distanza. A Bologna non bastano i 23 punti del solo Punter per evitare la prima sconfitta dell’era Djordjevic in Serie A.

Cronaca:
Al PalaSerradimigni si gioca la 24° giornata della Serie A Poste Mobile tra i padroni di casa del Banco di Sardegna Sassari e la Segafredo Virtus Bologna. Entrambe le compagini arrivano all’appuntamento della 9° giornata di ritorno da 2 successi consecutivi ottenuti in campionato e sono a caccia di punti per la corsa playoff.
Coach Pozzecco parte con Smith, McGee, Pierre, Thomas e Cooley mentre coach Djordjevic risponde con Taylor, Punter, Aradori, M’Baye e Moreira.

Primo possesso della Virtus ma la partita viene sbloccata dalla penetrazione di Pierre dopo 62 secondi di gioco. Punter muove la retina per i viaggianti mentre Cooley porta sul +4 la Dinamo al 4° (6-2). Chalmers accende l’attacco delle V nere, M’Baye fallisce due volte la tripla del sorpasso (12-10), Thomas firma il nuovo +4 (16-12 all’8°) e Spissu segna la tripla del 21-16 (+5) con cui finisce la prima frazione.
Il secondo quarto inizia con il piazzato di Taylor (21-18) a cui segue la penetrazione di Punter che porta i bianco-neri sul -1 al 12° (21-20). Dopo il timeout di Pozzecco, la Virtus trova il primo vantaggio della gara con il 2/2 a cronometro fermo di Punter (21-22) mentre la tripla di Polonara vale il 26-24 per il Banco di Sardegna al 14°. La Segafredo si sblocca da fuori l’arco con le triple di Punter che regalano il +4 alla compagine di Djordjevic: 28-32 al 16°. Cooley pareggia i conti (36-36) e il primo tempo si conclude in parità: 38-38 dopo i primi 20 minuti di gioco.

Dopo la pausa lunga il primo canestro è di M’Baye, Sassari risponde con la bomba e la schiacciata di McGee mentre Taylor commette il 4° fallo personale: 45-40 al 23°. Punter guida la reazione delle V nere con 6 punti consecutivi ma Thomas inchioda il nuovo +5 Dinamo: 51-46 al 25°. Gentile e Polonara puniscono la difesa bologna dai 6,75 e il 2/2 dalla lunetta di Pierre regala il +7 ai bianco-blu (59-52, 28°). Al 30° il tabellone recita 64-57 per i padroni di casa.
L’ultima frazione si apre con la tripla di Polonara prima e di Spissu poi, che trascinano la Dinamo sul +12 al 32° (70-57). Chalmers porta la Virtus sotto la doppia cifra di svantaggio (74-65), Cooley domina sotto le plance in entrambe le metà campo e Sassari trova il +15 al 37° (83-68). Il centro della Dinamo fa +18 (86-68) mentre Polonara non sbaglia da 3: 89-68 (+21). Al PalaSerradimigni finisce 90-72.


Parziali: 21-16; 38-38 (17-22); 64-57 (26-19), 90-72 (26-15).

Tabellino:
Banco di Sardegna Sassari: Polonara 19+8, Martis, Pierre 15+7+6, Gentile 5+3, Cooley 22+13, Smith 6+2+4, Devecchi, Magro n.e., Thomas 12+5, Carter, Spissu 6, McGee 5+2a.
Segafredo Virtus Bologna: Cournooh 3, Baldi Rossi 5+2, Pajola 1, Moreira 3, Cappelletti, Berti n.e., Chalmers 8+2+4, M’Baye 9+3+3, Punter 23+2a, Kravic 12+4, Taylor 4+3+3, Aradori 4+2.

Vota il giocatore del mese, clicca qui

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds