Segafredo Virtus Bologna-Pompea Fortitudo Bologna: la sala stampa

Il derby nelle dichiarazioni post-partita in sala stampa: le parole di coach Djordjevic e coach Martino

Eurosport

Le dichiarazioni in sala stampa di coach Sasha Djrodjevic e di coach Antimo Martino nel post-partita di Segafredo Virtus Bologna-Pompea Fortitudo Bologna.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA
Coach Sasha Djordjevic:
Che dire dopo una serata così. Una partita giocata dal primo all’ultimo minuto con una concentrazione e un’energia che non sono mai calate. Difensivamente li abbiamo fatti lavorare su ogni tiro e abbiamo trovato ottimi canestro in transizione che ci hanno fatto spingere sull’acceleratore. Sapevamo facendo le coppe da tanto che giocare ogni 3 giorni non è facile, è un grande sforzo fisico per la Fortitudo anche senza Daniel così come per noi con il ritorno complicato che abbiamo avuto da Sassari. Voglio ringraziare tutto il nostro staff e sottolineare 3 giocatori: Weems che ha fatto una partita quasi perfetta, era molto carico e non toccava il parquet con i piedi. Poi nomino Hunter che avevo tenuto fuori a Sassari per mia scelta perchè oggi mi aspettavo questo tipo di risposta e Gaines che nonostante la botta al ginocchio e nonostante gli abbiano aspirato ancora liquido lui ha voluto essere in campo. Questi siamo noi. Grazie anche ai tifosi che ci hanno sempre spinto. Abbiamo avuto grandi letture e i cambi sono stati un’arma stasera che ha funzionato a differenza della partita precedente. L’intensità difensiva di questa sera la paragono a quella contro Nanterre dello scorso anno. Adesso è un problema dei giocatori perchè hanno fatto vedere che lo possono fare e quindi dovranno farlo sempre. Teodosic in una partita come questa non puó partire dalla panchina. Non potevo anche privare i tifosi di vederlo subito in campo. Anche la zona 3-2 della fortitudo vista di recente mi ha spinto a usarlo subito come arma per velocizzare il nostro gioco. Ma gli altri devono capire che la velocitá deve esserci per 40 minuti e il più veloce deve essere il pallone. Altre volte per preservarlo parte dalla panchina e lui è tranquillo in quei casi. Gamble ha fatto un ottimo primo quarto e ha fatto un grande lavoro su Sims che ultimamente stava facendo molto bene in attacco. Abbiamo letto bene difensivamente la partita e di questo sono veramente contento. Ogni partita è diversa ma il nostro trademark deve essere questo. Siamo gia con la testa alla prossima partita che sarà l’ultima in casa del girone di ritorno. Questa partita è un grande orgoglio non solo di Bologna ma di tutta Italia. È nella cultura di questa città e aiuta a lasciare una legacy, a farla crescere. Azzeccato è bello il giorno di Natale per vivere la pallacanestro così, se si vince poi è ancora meglio”.

POMPEA FORTITUDO BOLOGNA:
Coach Antimo Martino: “Complimenti a coach Djordjevic che ha fatto una grandissima partita con i suoi di un’intensitá che non siamo riusciti neanche a a pareggiare. Fra noi e la Virtus c’è un grande gap atletico e per questo dovevano fare qualcosa di più ma non ci siamo riusciti. L’inizio era importante ma anche se abbiamo costruito ottimi tiri non abbiamo segnato e abbiamo fatto tanti errori. Ci hanno penalizzato molto anche i contropiedi.Abbiamo speso molto contro Brindisi che in campo mette grande intensità come la Virtus ma solo per dire che non eravamo forse al meglio ancora senza Daniel e con Fantinelli che è stato male bei giorni scorsi. Con questo non voglio assolutamente sminuire il valore della vittoria della Virtus. Ci aspettano due partite importanti con Trieste e Reggio Emilia e anche se non è facile andare oltre un -30 nel derby dobbiamo farlo. La componente emotiva credo che sicuramente abbia giocato un ruolo nell’amplificare in alcuni casi le nostre difficoltá rispetto all’avversario. È stata una brutta partita a livello corale, altrimenti non avremmo subito una sconfitta di 30. Oggi Sims sembrava il cugino di quello di 3 giorni fa, la Virtus oggi ha avuto minuti da Hunter che a Sassari era in tribuna. Anche questo incide. Weems ha fatto una partita importante al di là della nostra difficoltá nel limitarlo. Davvero una prestazione praticamente perfetta, gli va riconosciuto. I tifosi lo sappiamo che possiamo sempre contare sul loro supporto anche in trasferta come sempre, anche nonostante sconfitte importanti e per questo dobbiamo resettare immediatamente e provare a dargli soddisfazioni”.

Fonte: Bolognabasket.org

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds