La Virtus Bologna non sbaglia: battuta 78-70 la VL Pesaro

Al PalaDozza la Segafredo Virtus Bologna conquista la seconda vittoria consecutiva battendo per 78-70 la VL Pesaro nell’anticipo della 23° giornata della Serie A.

23° Giornata Serie A Poste Mobile
Segafredo Virtus Bologna-VL Pesaro: 78-70

Seconda vittoria consecutiva per la Segafredo Virtus Bologna che batte tra le mura amiche del PalaDozza la VL Pesaro per 78-70. Partono bene gli ospiti ma poi i bianco-neri entrano in ritmo e raggiungono due volte il +18. Pesaro prova a rimanere in scia trascinata da McCree ma incappa nella 7° sconfitta consecutiva. Con questo successo le V Nere salgono momentaneamente al 7° posto con 24 punti.

Cronaca:
Al PalaDozza si gioca l’anticipo della 23° giornata della Serie A Poste Mobile tra i padroni di casa della Segafredo Virtus Bologna e la VL Pesaro. Le V Nere arrivano all’appuntamento dalla vittoria esterna sul parquet della Fiat Torino mentre i marchigiani sono reduci da 6 sconfitte consecutive.
Coach Djordjevic parte Taylor, Punter, Aradori, M’Baye e Moreira (Martin e Qvale in tribuna) con mentre coach Boniciolli risponde con Artis, Lyons, McCree, Zanotti e Mockevicius.

Parte meglio la VL che sblocca il risultato e al 3° conduce per 3-7 dopo la tripla di Lyons. Moreira pareggia i conti (7-7) mentre Punter regala il primo vantaggio alla Virtus poco dopo il 6° di gioco (11-9). Aradori da fuori fa +7 (18-11), McCree risponde dall’altra parte ma il layup allo scadere di Chalmers vale il 22-14 al 10°.

Il secondo quarto si apre con il canestro di Kravic (24-14, +10), Chalmers e Kravic aumentano lo scarto a favore delle V Nere (30-16, +14) mentre gli ospiti si affidano alle iniziative di McCree. Taylor e Aradori spingono i padroni di casa sul +18 al 14° (36-18). Pesaro al 19° accorcia sul -7 (41-34) sfruttando i rimbalzi offensivi e le palle perse da Bologna. La tripla senza senso di Lyons vale il -6 VL (43-37) ma Aradori sul suono della sirena segna il 45-37.

Al rientro sul parquet dopo la pausa lunga M’Baye colpisce dai 6,75 (48-37) dopo degli attacchi un po’ confusi da ambo le parti. Le palle perse da Punter fanno correre gli ospiti (51-41) ma le triple di Aradori e M’Baye riportano le V Nere sul +16: 57-41 e timeout Boniciolli al 25°. Bologna raggiunge nuovamente il +18 con Kravic (59-41), Blackmon prova a mettersi in ritmo (59-47) e la terza frazione si chiude sul 61-47.

Cournooh inaugura l’ultimo quarto (63-47, McCree prova a tenere in vita la VL sparando ripetutamente da 3 e coach Djordjevic arresta il gioco sul 65-55 (33°). La partita si infiamma dentro e fuori il campo, la Pesaro si avvicina sul -7 (73-66) ma la Virtus conquista i due punti. Al PalaDozza finisce 78-70.

Parziali: 22-14; 45-37 (23-26); 61-47 (16-20); 78-70 (27-23).

Tabellino:
Segafredo Virtus Bologna: Punter 7+5, Kravic 12+5, Taylor 20+3a, M’Baye 10+6+3, Aradori 19+5+3, Baldi Rossi 2+3, Chalmers 5+2a, Cournooh 4, Moreira 9+7, Pajola n.e., Cappelletti n.e.
VL Pesaro: Artis 7+3+4, Monaldi, Blackmon 13+5+4, McCree 26+8, Mockevicius 11+9, Shashkov, Zanotti, Ancellotti, Lyons 13+4+2.

Segui Vu Nere Bologna su Facebook

Non perderti i nostri contenuti su Facebook: clicca "Mi Piace" e non perderti nessun aggiornamento in tempo reale!


This will close in 10 seconds